www.ridethewaves.it, Aggius
Sardegna,  Viaggi

Aggius, bellezze in Gallura.

Aggius è un piccolo comune della Gallura che ospita poco meno di 1.500 abitanti e dista circa 50 chilometri dal comune di Olbia.
E’ un paesino curato dove rocce, granito e san pietrini rendono le vie ancora più interessanti e dove gli addobbi floreali attorno alle case danno un piacevole tocco di colore.
Fa parte dei Borghi Autentici d’Italia e ha conquistato la Bandiera arancione dal Touring Club Italiano, che rappresenta un riconoscimento per la qualità turistico-ambientale.

Quando due anni fa visitai questo paesino per la prima volta rimasi piacevolmente sorpresa.
E pensare che si trova a neanche mezz’ora di macchina da casa ma non immaginavo avesse così tanto da rivelare.
Questo è esattamente uno di quei casi in cui mi capita di scoprire delle meraviglie che erano proprio li, sotto al mio naso, ma semplicemente non avevo mai prestato abbastanza attenzione.

Vi consiglio di lasciare la macchina all’ingresso del paese e proseguire a piedi. In questo modo potrete camminare e scoprire degli angolini particolari, scattare qualche foto e visitare comodamente i due musei che non dovete assolutamente perdere.

Aggius e il MEOC

Il MEOC, Museo Etnografico Oliva Carta Cannas, è un tesoro di storia, tradizione e cultura del popolo gallurese. La sua struttura è molto ampia, con degli spazi verdi. Al suo interno troviamo le riproduzioni degli ambienti di una casa così come la conoscevano i nostri nonni e bisnonni.
Girando il museo mi è sembrato proprio di rivivere i racconti dei miei nonni, quando mi spiegavano come si stirava, oppure quali attrezzi venivano utilizzati quotidianamente, come quelli per fare il formaggio ad esempio.
All’interno del MEOC potrete trovare questo e tanto altro.
Io ho avuto la fortuna di vedere questi attrezzi già da piccolina perché i miei nonni ne avevano conservato parecchi ed era bello stare a sentire le loro storie.

Una parte molto interessante all’interno del museo è quella del tessile, dove si può ammirare una piccola esposizione di tappeti lavorati a mano e alcuni dei telai utilizzati.

Vi consiglio assolutamente di non perdere questa chicca.

Aggius artigianato

Per quanto riguarda l’artigianato ad Aggius trovate anche il Laboratorio tessile Prof. Cannas in cui si porta avanti la tradizione tessile.
Vi lascio qui un piccolo video molto interessante pubblicato dal canale di Fiera dell’Artigianato artistico della Sardegna.

Il museo del banditismo

L’altro museo molto interessante è il museo del banditismo.
Il fenomeno del banditismo ha colpito Aggius per quasi tre secoli, periodo in cui si sono verificati quasi all’ordine del giorno furti, agguati e omicidi.

Il percorso all’interno del museo è diviso in quattro sale in cui sono esposti oggetti, armi, costumi dei banditi sardi e alcuni documenti ben conservati.

Nei dintorni di Aggius

Poco fuori dal paese si trova il laghetto Santa Degna, si tratta di un laghetto artificiale ed è un posto veramente carino e perfetto se si vuole dedicare del tempo al completo relax immersi nella natura.

Per fare una piccola escursione, a circa dieci minuti di macchina si trova invece il Nuraghe Izzana che sorge nella suggestiva Piana dei Grandi Sassi chiamata anche Valle della Luna per la particolarità del suo territorio, da non confondere con la Valle della Luna che si trova a Capo Testa, vicino a Santa Teresa di Gallura.

Dove mangiare ad Aggius

Potete scegliere di mangiare sia all’interno del paese oppure spostarvi nei dintorni per provare un agriturismo tipico della zona.
Ce ne sono diversi, io sono stata all’agriturismo Muto di Gallura e mi sono trovata benissimo.
Questo agriturismo rappresenta un tipico esempio di Stazzo Gallurese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Bosa: una perla nel logudoro

Capo Figari trekking da Golfo Aranci sino a Cala Moresca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 − 3 =

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: