Europa,  Travel

Amsterdam: una bella sorpresa

Siamo partiti per Amsterdam nel mese di Novembre, ho visto la versione autunnale, quella dai colori giallo e arancione e dalle foglie che cadono e che calpesti per strada.

Amsterdam mi ha colpito, in positivo intendo, non immaginavo che mi sarebbe piaciuta così tanto.

Di solito mi rimangono nel cuore città e luoghi più caldi, vicini al mare, ma devo dire che, freddo a parte, è stato proprio un bel viaggio.

Abbiamo soggiornato per una settimana al Best Western Premier Hotel Couture, (lo consiglio!) rimane un po’ fuori dalle zone centrali ma proprio di fronte all’hotel c’è la fermata del tram che consente di spostarsi facilmente per tutta la città, a meno che ovviamente non vogliate girarla in bicicletta! 😉

Ciò che mi ha colpito è il fatto che tutto funziona, ma funziona veramente: i mezzi pubblici, la pulizia, le piste ciclabile perfette.

Pensare che ho letto che nelle autostrade hanno addirittura dei “ponti verdi” fatti di vegetazione per l’attraversamento degli animali, in modo tale da ridurre gli incidenti a causa di attraversamenti improvvisi.

Poi il fatto che è costruita tra i canali rende tutto più speciale, con le tipiche biciclette parcheggiate sulle ringhiere dei ponti; le biciclette si possono ovviamente noleggiare o volendo si possono comprare tranquillamente nei vecchi mercati per strada a pochi euro.

Nella nostra settimana, tra una cena e l’altra, tra aperitivi con stuzzichini tipici, assaggi di formaggi e tanta birra (non nel mio caso), abbiamo deciso di visitare alcuni musei tra cui il Van Gogh Museum, molto interessante con la più grande esposizione delle opere di Van Gogh, il Rijksmuseum un altro museo che a me è piaciuto tantissimo, ricco di storia, arte, di quadri e dipinti di dimensioni incredibili. È un vero e proprio viaggio nel tempo, dal medioevo sino al ventesimo secolo.

Inoltre, la cosa più bella che ricordo all’interno del museo è la Biblioteca di Cuypers, una biblioteca storica che lascia senza fiato (almeno per chi adora le biblioteche e l’atmosfera che creano).

Quando viaggio sopratutto per capitali Europee cerco sempre l’esistenza di una biblioteca da visitare assolutamente, di quelle un po’ magiche e questa è proprio una di quelle.

Esiste però anche una moderna biblioteca pubblica che assolutamente è da vedere: L’OBA.
Potete trovare diversi piani di libri, riviste, postazioni PC e spazi “del silenzio”, ogni zona unica nel suo genere, l’ho adorata dal primo istante e se esistesse una biblioteca simile nella mia città credo proprio che passerei gran parte delle mie giornate al suo interno!

Durante la nostra settimana abbiamo deciso di visitare anche il Moco Museum, veramente carino, che ospita principalmente le opere di Bansky e Warhol.

Come ultima tappa, scelta più dal mio fidanzato dato che io non bevo la birra, siamo andati all’ Heineken Experience.
Devo dire che è stata un’esperienza molto carina, viene mostrato il processo di realizzazione della birra anche con diversi momenti interattivi, tra i quali durante uno di questi siamo stati “catapultati” all’interno di una bottiglia (ovviamente in modo figurativo, tranquilli non occorre nessun cambio d’abito).

Come ultima chicca, se vi piacciono le colazioni abbondanti consiglio di fare un salto da Corner Bakery, un posticino piccolo e accogliente, dove potete gustare una colazione per fare il pieno di energie utili ad affrontare le giornate intense di questa stupenda città.

Sono state giornate molto intense, piene di attività, ovviamente passeggiando per le strade di Amsterdam si raggiungono diversi posti, senza andare per forza a cercarli, come il famoso Mercato dei fiori, Piazza Dam e la Piazza dei musei dove vi è la famosa scritta “I Amsterdam“, oppure il quartiere a luci rosse e i vari coffee shop, non tra i miei preferiti, ma anche questa è Amsterdam!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *